Ante

Nell’arredare una cucina la scelta delle ante determina l’estetica dell’intero ambiente. È perciò importante scegliere seguendo il proprio gusto anche perché accompagnano la nostra vita a lungo, giorno dopo giorno. Sono poi da considerare gli aspetti tecnici, legati alla facilità di manutenzione e pulizia e alla loro resistenza e durata nel tempo, in particolare quando le ante sono poste vicino a lavastoviglie, lavello e forno e perciò sollecitate da umidità e calore.

Tipologie di ante
Anta con telaio di alluminio e pannelli sovrapposti
Anta liscia
Anta con taglio inclinato (o anta con taglio a 30° per Doimo Cucine)
Anta con profilo (o anta con profilo a “L” per Doimo Cucine)
Anta sagomata
Anta con maniglia integrata (o anta con maniglia Rail per Doimo Cucine)
Anta a vassoio
Anta a telaio
Anta a vetro con telaio metallico

Dimensioni
Materiali per ante

Tipologie di ante


Anta con telaio di alluminio interno e pannelli sovrapposti
Anta con telaio di alluminio interno e pannelli sovrapposti. Il telaio d’alluminio non è visibile dall’esterno perché serve a sostenere i pannelli a vista che sembrano un’anta liscia, scelta nella finitura preferita, legno, vetro laccato, gres, Fenix NTM® e NTA®, Stratificato HPL… È una struttura in alluminio robusta e leggera, resistente a ogni corrosione e perciò duratura, 100% riciclabile.


Anta liscia
Anta liscia. È l’anta più semplice in assoluto, completamente liscia, perfettamente minimalista, la più utilizzata.


Anta con taglio inclinato
Anta con taglio inclinato. L’anta è tagliata a 30° laddove deve essere afferrata per l’apertura, in orizzontale o in verticale, per questo, per esempio noi di Doimo Cucine la chiamiamo “anta con taglio a 30°”. Esiste anche una versione con un ulteriore taglio a 45° verso l’interno dove l’anta si congiunge al fianco, trattato nello stesso modo, per creare un elegante effetto monoblocco, con apertura a gola che pare proseguire sui fianchi.


Anta con profilo
Anta con profilo. In Doimo Cucine la chiamiamo anta con profilo a “L” perché è la forma del profilo metallico che viene posto, per agevolare la presa, in testa a un’anta liscia con un sistema di apertura a gola o gola piatta.


Anta sagomata
Anta sagomata. Pare avere un originale sistema di apertura a gola trasformista, invece è un’anta con gola classica e un’estremità sagomata.


Anta con maniglia integrata
Anta con maniglia integrata. Per lo più è una maniglia realizzata in estruso di alluminio. È integrata sopra il bordo dell’anta e chiusa da tappi laterali. In Doimo Cucine è definita “anta con maniglia Rail”.


Anta a vassoio
Anta a vassoio. Un’anta raffinata con un bordo appena accennato, morbido, che ne sottolinea il profilo.


Anta a telaio
Anta a telaio. Caratterizzata dalla cornice che corre intorno al pannello interno, è perfetta nella cucina di gusto tradizionale, ma sa essere anche contemporanea, trattata con stile.


Anta a vetro con telaio metallico
Anta a vetro con telaio metallico. Il telaio è in finitura acciaio inox lucido o metallo nero, a volte pronunciato, altre quasi invisibile, abbinato a vetri trasparenti, acidati, vetri armati o decorati. È un’anta particolare, utilizzabile solo in alcune situazioni e per alcune misure, quindi è sempre usata in abbinamento con almeno un’altra tipologia.

Dimensioni

Le ante della cucina variano molto nelle misure: dai 15 a 120 cm in larghezza e dai 24 cm dei pensili ai 216 cm delle colonne in un unico pezzo in altezza. Vi è poi lo spessore che si attesta in media sui 2 o 2,3 cm, oltre ad alcune soluzioni con anta da 1,4 cm, più tecniche.

Materiali per ante

Laccato. Molto amato perché consente di scegliere fra moltissimi colori e con finiture lucide, opache, metallizzate ed effetto metallo. Facile da pulire e resistente.
Tecnolam/Synchroface. Pannello di particelle di legno, rivestito con una resina sottilissima in materiale sintetico a simulare diverse finiture. È la scelta più economica. Evolve in Synchroface con texture ancora più realistiche.
Stratificato HPL. È un prodotto sintetico composto da vari strati di materiale fibroso, fino a quello più superficiale che simula il legno o la pietra o è colorato.
Legno. Il rivestimento in impiallacciato legno dà sempre un calore vivo alla cucina e può essere scelto in molte finiture diverse, laccate o verniciate.
Fenix NTM®. Materiale elegante, morbido al tatto e molto pratico: è anti impronta, resistente ad acqua, urti, sfregamenti, solventi. E metallizzato nella versione Fenix NTA®.
Vetro. Il frontale in vetro montato sul telaio è sempre temperato, quindi non pericoloso in caso di rottura, facile da pulire, trasparente lucido, satinato o decorato.
Acciaio inox. Molto igienico, inattaccabile dalle macchie, più sensibile ai graffi. Doimo Cucine propone anche le versioni vintage, dal gusto vissuto.
Peltrox®. Alle caratteristiche dell’acciaio inossidabile, unisce il calore e l’estetica del peltro, che rimangono stabili nel tempo.
XGloss e XMatt. Costituiti da PET, materia plastica PVC free e a zero emissioni nell’ambiente, sono resi resistenti tramite nanotecnologie. Oltre che green, sono igienici ed economici.
Gres. È un materiale 100% ecologico, composto da materie prime naturali (argille e minerali estremamente selezionati e raffinati), cotte a temperature così alte da renderle indivisibili ed estremamente resistenti.
MDi. Il suo nome significa “Mineral Design Innovation”. È ecologico, resistente e disponibile in lastre di grande formato e spessore sottile, con una superficie morbida al tatto.

Vuoi approfondire con un colpo d’occhio? Abbiamo preparato una tabella comparativa con le caratteristiche più importanti da considerare per scegliere le ante della tua cucina.
Guarda ora